Jessica e Cheyenne: Una volta che l'inferno è tornato su cloud 7 | Comunità | it.metrobabyblog.com

Jessica e Cheyenne: Una volta che l'inferno è tornato su cloud 7



domanda:

La data calcolata era il 30.09.2010. Ma poiché il mio ginecologo non ne era sicuro, ha anche fissato l'appuntamento il 10.10.10. Sono cambiato per la brutta esperienza con questo ginecologo, poi anche con il ginecologo e questo significava che la data di consegna è il 30.09.10.

Da lì è iniziato lo stress. Quando il mio ginecologo completò il trasferimento di rinvio, le autorità dell'ospedale non erano sicure quando la data di scadenza effettiva era dovuta, anche se il mio ginecologo aveva fatto il rinvio, dal momento che entrambe le date di consegna erano sul passaporto. Così ora ho dovuto aspettare un'altra settimana (già cinque giorni oltre la prima data calcolata). Mi sentivo con così tanta acqua nel corpo e il mio "Drillingsplautze" (anche se c'era solo un bambino) non andava più bene. Fino ad ora non avevo contrazioni! Nessun dolore al parto era diventato evidente durante la gravidanza. Il ginecologo dell'ospedale mi disse che il bambino era decisamente troppo maturo. Non c'era quasi nessun liquido amniotico da vedere. Poi finalmente ho avuto la mia introduzione.

Il 14.10.10 uno iniziò così lentamente con l'introduzione dei tablet. Ogni quattro ore. Il CTG ha mostrato contrazioni. Ma ho notato zero. Ho scherzato e parlato con le ostetriche. Alle 22:00 mi è stato detto di andare a dormire. Le contrazioni per una nascita non hanno avuto luogo.

Il 15.10.10 del mattino alle otto andò avanti. Una compressa ogni quattro ore. Tutto il giorno Il lavoro è riconoscibile - non esattamente un po '. Ma non ho sentito nulla.
La cervice era ad appena 1 cm aperto. Ancora una volta, ho preso tutto con umorismo e ho detto, quando le contrazioni dovrebbero venire, possono essere così dolorose, starò lì e getterò le mie mani in aria e urlerò "Juhuuu" con ogni guaio. In serata lo stesso gioco: iniziare a letto e sperare per il domani.

16/10/10: Un giorno a casa per dare a me e alla mia piccola pace

Il 17.10.10 fu poi ulteriormente introdotto dalla flebo. Sì, le prime contrazioni erano palpabili, ma a malapena. La cervice era già 3 cm in su ed ero completamente esausto per tutto il farmaco e per la lunga attesa, il che è vero.

Mi sono addormentato molto spesso perché il mio corpo era molto esausto per questa procedura. Alle 21 in punto l'attività lavorativa tornò di nuovo. Ero più che seccato e dovevo tornare a letto e andare a dormire. Appena tornato nella mia stanza, mi sono reso conto di come sono finito fuori! Andai dall'ostetrica che era in servizio notturno (era sempre stressata e infastidita quando aveva il turno di notte) e disse: "Um, ciao? Penso che sto per finire. "
Ha fatto un test di amniocentesi se avessi una pausa bolla. Questo doveva essere negativo (che lei avrebbe potuto vedere molto bene in una sala parto quasi buia). Non voleva credermi.

Il mattino seguente, ho contattato il primario. Ha ripetuto il test ed ecco: POSITIVO! Ma da quel momento in poi ho solo "cagato". Ho avuto la febbre fino a 40 C, la mia circolazione era costantemente su e giù e tutto il giorno giacevo sulla flebo completamente ferita, il travaglio era difficilmente sopportabile.

La sera alle 21, il simpatico uomo del PDA è venuto a darmi un trattamento senza dolore. La cervice era ora 10 cm aperti. Dopo che il PDA è stato impostato, non ho sentito più dolore. La flebo era ora completamente aperta.

"PLÖÖP" lo ha reso forte al CTG. Il sacco amniotico è finalmente esploso. Il liquido amniotico che era ancora lì era già VERDE! Uno shock per il mio compagno e mia madre.
Poi le contrazioni sono sparite di nuovo! Il battito del cuore dei miei piccoli era più che basso. Quando finalmente l'ostetrica arrivò alla decisione di avere un taglio cesareo, erano già le 3 del mattino.

La mia febbre non è andata via. Ho detto al medico che ho intolleranza alla penicillina. Ha spruzzato qualcosa di simile, così ho avuto un tremendo attacco di shock nella sala parto, compresa febbre e vomito.

I miei piccoli li hanno il 19.10.10 esattamente alle 4 di sera. L'ho appena vista per quattro secondi prima che dovessi vomitare la prossima volta. Il mio compagno pianse nella sala parto. In parte perché il nostro piccolo era finalmente lì, ma anche perché ero in uno stato tremendo e tremante e io ero più che malato e non potevo aiutarmi.

Non potrei davvero godermi la nascita. Anche ore dopo ero seduto nella stanza e mi addormentavo parlando quando la visita era lì perché il mio corpo non aveva più energia

Adesso il piccolo ha quasi 5 mesi. Non voglio più perderlo, ma dopo questa terribile esperienza probabilmente rimane la mia unica figlia.

Mia madre avrebbe voluto portare tutti all'ospedale, perché era dell'opinione che fossero trattati come una cavia con me.

Ma ora ho il figlio più gentile del mondo che mi rende felice, che piange e dorme raramente per un massimo di dieci ore. E questo mi fa ridere quando lo tolgo dalla sua branda. E ora posso godermi questa volta.

Un'ultima cosa per tutte le mamme o le mamme in attesa: da quando ho avuto l'esperienza di diventare mamma, ti pago un grande rispetto! Crei qualcosa in cui gli uomini fallirebbero!
Questo dolore e anche questo stress fisico alla nascita! Siete tutti i miei piccoli eroi, perché gli uomini non sopporterebbero mai una cosa del genere. E dimmi, le donne sono il sesso più debole!

risposte:

  • rispondere - 1: vedo esattamente la stessa cosa
    Alcuni uomini moriranno per il dolore alla nascita
  • rispondere - 2: Congratulazioni alla tua dolce metà! La mia prima nascita è stata ugualmente cattiva, taglio cesareo dopo 30 ore di lavoro violento. Ho anche detto che non ho più figli, ora sono incinta del numero 4 :-). Tutto il meglio!

Articoli Precedenti

Domanda sull'incoscienza

Articolo Successivo

Pane ammuffito mangiato